News Exchange

Mt. Gox, si avvicina il piano di rimborso dei clienti coinvolti nel crollo dell’exchange?

La scadenza del 15 ottobre si avvicina

Il piano di rientro per i clienti danneggiati dal crollo di Mt. Gox, l’exchange fallito nel 2014 dopo un attacco da parte di hacker, sembra essere sul punto di trasformarsi in realtà.
Dopo una lunga teoria di rinvii, entro il 15 ottobre dovrà essere pubblicato il documento contenente le modalità con le quali oltre mille creditori che hanno presentato istanza in tal senso, dovrebbero essere rimborsati per i circa 150mila Bitcoin persi nel crac di Mt. Gox. I quali rappresentano circa il 15% dei fondi persi durante l’attacco.

Mt. Gox - Mt. Gox, si avvicina il piano di rimborso dei clienti coinvolti nel crollo dell'exchange?

Mt. Gox: la decisione del tribunale distrettuale di Tokio

A prendere la decisione in tal senso è stato il tribunale distrettuale di Tokio lo scorso 30 giugno. Oltre che per il clamore mediatico della vicenda dell’exchange, essa è vista con notevole timore anche da molti investitori. Il motivo della paura è da ricercare nel fatto che l’immissione di 150mila BTC sul mercato potrebbe provocare un netto ribasso nella quotazione della creazione di Satoshi Nakamoto.
A spiegare cosa potrebbe accadere è stato Mr. Whale, un noto commentatore del mondo crittografico. Il quale ha spiegato su Twitter che alla luce dei prezzi del 2014, ove i token venissero restituiti in caso di vendita andrebbero a generare un potenziale Return of Investment (RoI) nell’ordine del 2600%. Un dato il quale potrebbe provocare molte vendite, con immediati riflessi sul prezzo di Bitcoin.

Le reazioni degli osservatori

Le reazioni di molti osservatori a quanto affermato da Mr. Whale sono però improntate a sano scetticismo. Alcuni ritengono che ci sarà un nuovo posticipo del piano di rientro, sulla falsariga di quanto accaduto in passato. Altri hanno invece sottolineato come le cifre dell’eventuale rientro non andrebbero ad incidere in maniera apprezzabile sulle contrattazioni.
Attualmente, infatti, il valore movimentato giornalmente nelle contrattazioni che riguardano Bitcoin sono superiori, spesso largamente ai 10 miliardi di dollari. Molto più rispetto ai circa 1,5 che corrispondono, ai prezzi odierni, ai 150mila token di cui si parla.

Il piano di rientro potrebbe slittare

Intanto, una lettera di una delle vittime del crac di Mt. Gox, pubblicata su Reddit, ha rilanciato l’ipotesi che il piano di risarcimento dei clienti danneggiati potrebbe slittare di nuovo. Nella stessa, infatti, si afferma che proprio il tribunale di Tokio scoraggiava gli interessati dal partecipare ai procedimenti in essere a causa del perdurare dell’incertezza sanitaria generata dalla pandemia di Covid.
Nei prossimi giorni dovrebbe comunque essere svolto un nuovo incontro dei creditori, dal quale potrebbero emergere novità sostanziali. Ad oggi, però, il pronostico è quello di un ulteriore slittamento.

Mt. Gox: ormai un emblema negativo

Mt. Gox continua a rappresentare un emblema per il mondo crittografico. Negativo, però, proprio alla luce di tante zone grigie le quali continuano a gravare sui fatti del 2014. Tali da spingere molti osservatori a ritenere che non si trattò di un attacco hacker, ma di una vera e propria truffa, concordata naturalmente con il beneplacito del management dell’exchange.
Dando vita ad una vicenda che si trascina nelle aule di tribunale ormai da anni. L’unica cosa positiva scaturita da essa è stata la presa di coscienza da parte di molte persone sui pericoli corsi operando senza molto discernimento nel settore degli asset digitali. Una lezione la quale, però, non sembra essere bastata. Almeno considerato quanto accaduto con le ICO e in presenza di un boom della DeFi tale da assomigliare ad una vera e propria bolla. L’ennesima.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button