News Crypto e cryptovalute

OCSE: la tokenizzazione degli asset un futuro inevitabile

OCSE token - OCSE: la tokenizzazione degli asset un futuro inevitabile

Secondo l’OCSE (l’organizzazione per la cooperazione e dello sviluppo economico) all’interno di un suo report ha segnalato la necessità d’affrontare gli sviluppi di un nuovo sistema finanziario che sta investendo sempre di più il settore ossia la tokenizzazione per gli asset. Ma perché l’OCSE è giunta a questa conclusione?

Secondo l’organizzazione dello sviluppo economico e della cooperazione, nell’ultimo periodo Ethereum e Bitcoin hanno permesso a diverse persone di scambiare innumerevoli asset di tipo digitale che hanno un valore di mercato determinato in modo disintermediato e senza un’autorità di controllo centrale.

Ciò che ha dato valore a queste criptovalute e agli asset digitali è un sentimento di fiducia nei sistemi economici e tecnologici del network della blockchain.

Se all’inizio infatti si vedevano veicolare solo catene di criptovalute native, nel tempo sono entrati sempre di più in circolazioni anche i token rappresentativi e con vari standard. Molte di queste novità nel settore sono dovute sicuramente agli smart contract di Ethereum e alla token economy avviata dal loro sistema. 

Inoltre gli utility token oggi stanno avendo un grande successo, come ad esempio i primi token che rappresentano asset di tipo fisico come le security e l’oro. 

Oggi, inoltre, le grandi società di consulenza come PWC e Deloitte si stanno interessando al fenomeno e stanno osservando i vantaggi che questa tecnologia specialmente dal punto di vista della tokenizzazione degli asset.

Nel report di OCSE, proprio a fronte di ciò si delinea anche la necessità di cogliere in tempo il cambiamento, favorendone lo sviluppo e seguendo questo trend che si presenta sempre più forte e impossibile da rallentare.

Tokenizzazione e necessità di regolamentazione

Dato che la tokenizzazione ormai è una realtà consolidata, i nuovi player del settore stanno cercando di costruire tutti una propria infrastruttura mostrando così dei forti segnali d’apertura verso questa tecnologia e verso la sua adozione in massa.

Il problema principale che si presenta oggi per l’adozione di massa di questo strumento però è dato dalla mancanza di regolamentazione nel settore. Problema che potrebbe essere superato con l’interesse degli attori tradizionali dell’economia e della finanza e con l’aiuto delle istituzioni politiche.

Per questo motivo secondo l’OCSE è necessario dotarsi di un’autorità centrale che permetta un nuovo sistema di cooperazione internazionale. In questo modo, si limiterà l’arbitraggio regolamentare e sarà possibile favorire lo sviluppo della tokenizzazione. Bisogna dunque trovare un modo per rendere le regole omogenee e per dare il via a un processo di globalizzazione economico e finanziario liberale. 

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Silvia Faenza

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button