News Bitcoin

OKCoin si unisce alla Cryptocurrency Open Patent Alliance

Una mossa rivolta contro Craig Wright?

L’exchange di criptovalute OKCoin ha deciso di unirsi alla Cryptocurrency Open Patent Alliance (COPA). Ovvero all’associazione fondata da Square nel settembre del 2020. La quale chiede ai suoi membri di rendere i loro brevetti liberamente disponibili per un utilizzo universale, tranne che in circostanze particolari. I membri del COPA sono inoltre tenuti a raggruppare i loro brevetti relativi alle criptovalute in una vera e propria “libreria di brevetti”. In linea quindi con quelli che sin dall’inizio sono stati gli intenti di democratizzazione dello spazio crittografico.

OKCoin - OKCoin si unisce alla Cryptocurrency Open Patent Alliance

La presa di posizione contro Craig Wright

Di OKCoin si era già parlato non poco la scorsa settimana. Quando la piattaforma di scambio aveva preso posizione contro Craig Wright, a seguito del suo tentativo di appropriarsi del copyright del white paper di Bitcoin. L’autoproclamato Satoshi Nakamoto, bollato ormai dalla comunità crittografica come Faketoshi, aveva infatti intimato a Square, Bitcoin.org e Bitcoincore.org di rimuovere il documento dai propri siti.
Una mossa la quale aveva però provocato la pronta risposta di OKCoin, che aveva provveduto al delisting di Bitcoin Satoshi Vision e Bitcoin Cash. Affermando che le improvvide mosse dell’uomo d’affari australiano hanno in pratica avvelenato i pozzi. Oltre ad andare in una direzione che potrebbe infine rivelarsi distruttiva per l’intero ecosistema di BTC.

A cosa è dovuta la decisione di OKCoin

Le mosse di OKCoin vanno nella direzione indicata proprio dalla COPA. La quale è nata con il preciso intento di bloccare il cosiddetto patent trolling, ovvero la pratica di acquisire un brevetto, spesso senza alcuna intenzione di svilupparne le potenzialità, con il semplice intento di raccogliere denaro da entità che lo vadano a violare.
Un modus operandi destinato a provocare grande fastidio in una comunità come quella riunita intorno agli asset digitali. La quale sin dall’inizio si è mossa in una ottica open source, cercando cioè di dare vita ad un sistema aperto cui tutti possano portare il loro contributo.
Va sottolineato come OKCoin sia in pratica solo il secondo exchange crittografico ad aderire alla COPA. L’altro è Coinbase, che dell’associazione è stato uno dei fondatori. Tra gli altri membri dell’alleanza vanno citati anche Blockstack, Blockstream, ARK e Protocol Labs.

Ormai Craig Wright si muove alla stregua del classico elefante nella cristalleria

Le recenti prese di posizione di Craig Wright contro una serie di soggetti, culminata nell’intimazione di togliere il white paper di Bitcoin dai propri siti per non violare la legge sul copyright, è quindi sfociata nell’inizio di un nuovo conflitto. Una atmosfera cui, del resto, Faketoshi sembra trovarsi sempre più a suo agio.
Ormai da anni, infatti, Wright è impegnato in un numero imprecisato di cause. Contro eminenti rappresentanti del mondo crypto i quali, a loro volta, non si fanno pregare per rispondere a tono. Una guerra in cui spesso perde del tutto la misura, esponendosi a figure non proprio brillanti. Come è accaduto nel corso della vertenza che gli è stata intentata da Ira Kleiman in relazione al Tulip Trust. In quella occasione, infatti, Wright ha affermato di avere le chiavi di una serie di indirizzi Bitcoin riconducibili alla struttura. Uno di questi, però, fu usato per stornare fondi nel corso dell’attacco di pirateria informatica contro Mt. Gox, il più grande exchange globale, nel 2014. Autodenunciandosi quindi come l’hacker responsabile dell’attacco.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button