News Crypto e cryptovalute

Oltre 1,4 milioni di dollari di denaro riciclato tramite criptovalute

criptovalute - Oltre 1,4 milioni di dollari di denaro riciclato tramite criptovalute

Sarebbero circa 1,4 milioni di dollari il denaro riciclato e spostato su vari exchange di criptovalute. Questo è ciò che ha affermato l’ultimo report pubblicato da Peckshield, una società che opera nel campo della blockchain security. 

Peckshield ha sostenuto d’aver raccolto dei dati sia offline sia online nel corso di un anno. Solo dopo aver verificato e analizzato le varie informazioni, sono stati identificati ben 100 milioni d’indirizzi impiegati per le varie transazioni.

La Packshield ha scoperto che sono circa 147 mila Bitcoin per un valore d’oltre 1,4 miliardi di dollari, sono stati posti su diverse piattaforme dedicate al trading online.

Secondo questo report, gli asset che si sono andati a creare sono stati associati a degli attacchi hacker, ad attività oscure economiche effettuate sul dark web, a scommesse e così via. La maggior parte dei fondi rubati sono stati poi riciclati su importanti exchange.

La Packshiel ha effettuato anche una classifica selezionando quali sono gli exchange sulla quale è presente la maggior parte del denaro che è stato riciclato. I primi dieci exchange sono: Huobi, Okex, Bitmex, Luno, Bithum, HaoBTC, ZB Gate.io e Coinbase. 

Peckshield ha voluto sottolineare come i vari indirizzi che sono monitorati hanno fatto passare dei fondi mediante i servizi per il mixing. In questo modo i fondi riciclati sono davvero molto difficili da tracciare. Fino al 30 giugno del 2020, la società ha deciso di monitorare attentamente gli account ad alto rischio.

E secondo quest’analisi: circa 1,62 miliardi di dollari sono transitati prima su degli indirizzi in blacklist e successivamente 15,9 miliardi su servizi di mixing. In particolare, bisogna notare che buona parte dei fondi sulla quale viene svolta un’attività di mixing sono stati riciclati in modo ottimale. 

Silvia Faenza

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button