News Crypto e cryptovalute

Potrebbero essere le piattaforme per il gaming online a favorire l’adozione di massa delle criptovalute

casinò online - Potrebbero essere le piattaforme per il gaming online a favorire l’adozione di massa delle criptovalute

In molti si chiedono quando potrebbe avere luogo l’adozione di massa delle criptovalute. Se è vero che in alcuni Paesi esse sono utilizzate per contrastare livelli di inflazione troppo alti o come strumenti di resistenza al blocco economico cui sono sottoposti, ancora le transazioni che vedono l’impiego di monete digitali sono un fenomeno abbastanza limitato.
Un fenomeno che però sta lievitando nel corso degli ultimi mesi, sull’onda della decisione di pezzi del mondo commerciale, ad esempio la grande distribuzione, di allargare le contrattazioni al denaro virtuale. Una decisione spinta anche da un netto mutamento di atmosfera da parte delle istituzioni, politiche e monetarie. C’è però un fattore che potrebbe accelerare notevolmente gli eventi, quello rappresentato dalle piattaforme per il gaming online.

Il parere di Ray Sze

Nel corso di una recente intervista, è stato Ray Sze, Head of Games di Bitcoin.com, ad porre l’accento sulla funzione dei casinò digitali nel processo di adozione di massa delle criptovalute. Per capire meglio cosa potrebbe accadere occorre far riferimento al fattore demografico, con un focus proprio sulle generazioni più giovani e dinamiche.
Se, infatti, nei casinò tradizionali la clientela è più anziana e preferisce quindi giocare come ha sempre fatto, ovvero trasformando i propri soldi in fiches, in quelli virtuali sono presenti i giocatori di generazioni come Millennials e Generazione X, che sono molto più abituati all’innovazione tecnologica. Una utenza che preferisce utilizzare strumenti alternativi, come appunto le valute virtuali.

Bitcoin Games

La prima piattaforma ad aver intuito la prolificità del connubio tra gaming online e asset digitali è stata Bitcoin Games. Già dal nome si comprende come i gestori del sito abbiano deciso di focalizzarsi su questo genere di utenza, decidendo di accettare solo ed esclusivamente BTC. Una decisione derivante dalla presa d’atto che la regina delle criptovalute è sempre più utilizzata anche nelle operazioni di ogni giorno e si presta perfettamente al settore dell’intrattenimento.
Ben presto a Bitcoin Games si dovrebbero aggiungere altri player, proprio in considerazione di alcune statistiche abbastanza clamorose. Ammonterebbe infatti al 91% la fetta di appartenenti alla Generazione X appassionati di videogiochi, sette punti percentuali in più dei Millennials. Una attitudine che invece inizia a scemare nella altre classi di età, ove invece si annida ad esempio il grosso di coloro che giocano alle slot fisiche o preferiscono recarsi nei casinò veri e propri.

Saranno le piattaforme di gaming ad accelerare l’adozione di massa delle criptovalute?

Proprio la propensione da parte dei più giovani ad utilizzare gli asset digitali sembra suggerire che potrebbero essere le piattaforme di gaming online a favorirne la diffusione di massa. Basti pensare che nel nostro Paese sono ormai milioni coloro che preferiscono giocare online. Secondo un rapporto del Politecnico di Milano relativo alle statistiche del 2017, sarebbero oltre tre milioni i nostri connazionali che preferiscono utilizzare smartphone o personal computer con il preciso fi9ne di soddisfare la propria attitudine all’azzardo. Dati che non sono variati molto nel biennio successivo e che fanno capire come proprio una platea così imponente potrebbe rivelarsi la chiave di volta per l’adozione di massa delle criptovalute. In Italia, ma non solo.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button