News Bitcoin

Il prezzo del Bitcoin verso i 15 mila dollari dopo le elezioni USA

Il prezzo del Bitcoin con la fine delle elezioni e la nomina del Presidente USA potrebbe aumentare e raggiungere i 15 mila dollari.

Bitcoin - Il prezzo del Bitcoin verso i 15 mila dollari dopo le elezioni USA

Non è una novità il fatto che la politica influisca sul prezzo di beni e materie prime, ma anche sul valore delle valute FIAT, e secondo un report potrebbe avere la sua influenza anche sul prezzo del Bitcoin. Secondo una previsione recente, infatti, dopo che le elezioni degli Stati Uniti si chiuderanno il prezzo potrebbe rompere il suo livello di resistenza e raggiungere i 15 mila dollari.

La previsione è stata inserita all’interno di un report che è stato pubblicato dalla Stack Funds, una società di analisi delle variazioni del prezzo del Bitcoin in rapporto con il Market Value to Realized Value. Secondo la loro ipotesi dunque si andrebbe a infrangere la resistenza pari ai 12 mila dollari e raggiungere i 15 mila, praticamente fra circa due settimane, dato che l’elezioni si terranno il 3 novembre. Quest’ipotesi riporterebbe il Bitcoin ad un rialzo che non si vede da un po’, dato che in questo momento il livello di supporto è sugli 11 mila dollari. 

Al momento il rapporto con il MVRV è dell’1,8, ma secondo quanto riportato dal report di Stack Funds, si potrebbe raggiungere un livello del 2,5, ossia lo stesso che è stato raggiunto verso la metà del 2019, quando i Bitcoin venivano scambiati 1 a 13 mila dollari.

Il report che ha studiato l’andamento sul lungo periodo, ha affermato che verso la fine del 2018 MVRV ha avuto un lungo trend di livello rialzista, che è stato interrotto solo dal crollo dei mercati finanziari che è avvenuto verso la metà di quest’anno. La metrica del MVRV è stata ideata da due analisti che hanno realizzato anche il Puell Multiple Bitcoin, e che serve a confrontare il market cap con i valori del realized cap, al fine di valutare con maggiore accuratezza il prezzo del Bitcoin

Il report di Stack Funds afferma anche che il livello attuale dell’indice MVRV all’1,8 presumibilmente è supportato in modo ottimale dalla linea di tendenza sul quale il prezzo del Bitcoin ha toccato i minimi verso fine 2018. Questa tendenza prevede che si delinei una traiettoria simile a quella del Bullrun del 2017, con un’inclinazione che volge verso la crescita.

Nel report hanno affermato infine, che data la forza di supporto, ci si aspetta una rottura di 2,0 nel corso del breve termine, in quanto sembra ripetere il picco che si è visto nel 2019 e che porterà il Bitcoin a un valore di 15 mila euro. Il nostro sguardo è fissato sul livello di resistenza pari a 12 mila dollari, dato che ci si aspetta un ulteriore consolidamento intorno ai livelli attuali durante le elezioni americane, prima di rompere poi il rialzo in futuro. 

Silvia Faenza

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali all'Università del Salento, nel 2014. Dal 2015 si occupa della gestione dei contenuti per aziende e agenzie editoriali online, principalmente in qualità di ghostwriter, copywriter e web editor.

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button