News Crypto e cryptovalute

Prosegue il feeling tra NBA e criptovalute

Buddy Hield Sacramento Kings - Prosegue il feeling tra NBA e criptovalute

Il mondo della National Basket Association (NBA) ormai da tempo si è aperto agli asset digitali. Tante le iniziative che nel corso degli ultimi mesi hanno cementato il rapporto, a partire da “NBA Top Shot”, un videogioco incentrato sulla famosa lega professionistica e curato da Dapper Labs. La squadra che si sta distinguendo in particolare, almeno sotto questo punto di vista, è però Sacramento Kings, team non tra i più famosi per i risultati sul campo, ma che sembra la più disponibile ad avviarsi sui territori dell’innovazione.

Sacramento Kings e asset digitali, un rapporto sempre più stretto

La squadra californiana già nel passato aveva deciso di aprirsi al mondo delle monete virtuali. In particolare aveva deciso di usare i servizi di BitPay al fine di elaborare i pagamenti in Bitcoin dei propri fan. E di lanciare Mining for Good, un programma di beneficenza consistente nel minare Ethereum utilizzando schede video Nvidia, nell’ambito di una partnership con MiningStore.
Ora ancora i Kings hanno annunciato il lancio della loro nuova piattaforma per aste in tempo reale, basata su una blockchain che è stata sviluppata da ConsenSys, società molto attiva nel settore. In pratica grazie a questa iniziativa i tifosi di Sacramento potranno avanzare le proprie offerte per poter acquistare le attrezzature sportive che sono state utilizzate dai giocatori. Sarà proprio la piattaforma a garantire l’autenticazione degli oggetti messi all’asta in modo da porre rimedio ai dubbi coltivati dai fans sulla effettiva autenticità degli stessi.

Cosa prevede la procedura

Per quanto concerne il meccanismo, esso prevede che i tifosi di ogni parte del globo potranno avanzare la loro offerta per gli oggetti utilizzati dai giocatori e messi all’asta tramite la nuova app Kings + Golden 1 Center. I proventi dell’asta online verranno a loro volta devoluti ad una serie di enti benefici.
Il primo oggetto che sarà messo all’asta sarà la casacca di Buddy Hield, uno dei giocatori più forti del team, noto in particolare per la straordinaria precisione nel tiro da tre punti. In questo caso il ricavato sarà devoluto al fine di mitigare i danni che sono stati causati dall’uragano Dorian, nelle Bahamas.

La società sportiva più innovativa

I Sacramento Kings non sono una delle franchigie più famose dell’NBA. Anzi, il loro appeal consiste soprattutto nell’essere indicati da più parti alla stregua di eterni perdenti. Soprattutto se rapportati ad altre realtà della stessa area, come Los Angeles Lakers o Golden State Warriors. Vantano al loro attivo un solo titolo NBA, quello conquistato nel 1951, quando ancora si chiavano Royals. Ormai da decenni, però, i loro risultati sono abbastanza negativi.
Forse proprio per cercare di rimediare ad un blasone non proprio irresistibile i Kings si sono segnalati per la loro apertura al mondo delle criptovalute. Una propensione che ha spinto Fast Company, nel 2016, ad indicarli come il team più innovativo del settore sportivo. Forse non è molto per i fans, che preferirebbero probabilmente risultati sportivi più positivi, ma almeno dal punto di vista tecnologico i Sacramento Kings sono riusciti a far parlare di loro. Ora non gli resta che provare a far salire a livelli analoghi il livello delle prestazioni sul campo.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button