News Crypto e cryptovalute

Qtum stanzierà fino a 5 milioni di dollari per gli sviluppatori DeFi

Qtum ha appena lanciato uno dei maggiori fondi di sviluppo DeFi, con una dotazione iniziale pari a 1 milione di dollari, da parte dalla Quantum Foundation. Tuttavia, il fondatore di Qtum, Patrick Dai, ha ora dichiarato che potrebbero essere assegnati agli sviluppatori DeFi fino a 5 milioni di dollari. Ricordiamo che il fondo Qtum è stato progettato in favore degli sviluppatori indipendenti e per i team di sviluppatori interessati a creare applicazioni finanziarie decentralizzate scalabili.

E’ evidente che buona parte delle innovazioni sulle blockchain sia stata scoraggiata dalla presenza di colli di bottiglia transazionali, che hanno causato un aumento delle tariffe di utilizzo della rete, tanto che oggi costa più di 10 dollari fare un semplice scambio DEX e più di 3 dollari per inviare ETH o USDT.

Ebbene, secondo Qtum la propria stake proof avrebbe una produttività più alta e commissioni più basse, ed è evidente che un tassello fondamentale che potrebbe permettere a Qtum di salire di livello sia proprio la presenza di un numero sufficiente di sviluppatori che possano fungere da “traino” ad altri sviluppatori di applicazioni utili all’interno dell’ecosistema Qtum.

Nelle sue recenti dichiarazioni, il top manager ha ribadito di ritenere che la propria blockchain PoS sia un candidato migliore per ospitare DeFi rispetto a reti come EOS, TRON e Waves, che hanno anche fatto delle overtures agli sviluppatori di Ethereum. Il fatto che Qtum utilizzi lo stesso EVM e Solidity è un ovvio punto di attrazione, ma non dovrebbero mancare anche altre caratteristiche di appeal, come la maggiore privacy su Qtum. Phantom Protocol, un protocollo di privacy on-chain basato su zk-SNARKs sviluppato da Qtum, permette di convertire i token QRC20 in asset privati in modo che gli indirizzi e gli importi delle transazioni per entrambe le parti possano essere nascosti.

Sebbene diversi progetti stiano lavorando all’implementazione della maggiore privacy sull’Ethereum, non sfugge come la maggior parte di loro siano in una fase iniziale o siano stati ostacolati da alti costi.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Roberto Rais

Grande esperto di criptovalute e nostro collaboratore già da diverso tempo. Segue attivamente come Editori diversi Blog specialistici del settore criptovalute

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button