News Exchange

QuadrigaCX, la sua vicenda ora diventa una serie su Netflix

Tanti i dubbi rimasti irrisolti dopo la morte di Gerald Cotten

La clamorosa vicenda di QuadrigaCX, l’exchange di criptovaluta fondato da Gerald Cotten, si appresta ora a diventare una serie televisiva. Lo ha annunciato Netflix, dichiarando che arriverà sugli schermi sotto forma di un vero e proprio documentario, teso a ripercorrere le tappe di una storia che è destinata a far parlare ancora a lungo di sé.
Troppi, in effetti, i dubbi rimasti irrisolti dopo la morte di Cotten avvenuta in India nel 2018, nel corso del viaggio di nozze, per poter essere dimenticata presto. Soprattutto dopo l’esito della vicenda relativa alla scomparsa delle chiavi private collegate ai wallet aziendali. In cui erano contenuti token per una cifra compresa tra 167 e 300 milioni di dollari. Tutti spariti, a loro volta.

Gerald Cotten - QuadrigaCX, la sua vicenda ora diventa una serie su Netflix

QuadrigaCX: cosa è successo

Dopo la rivelazione della scomparsa delle chiavi private, in molti hanno subito pensato all’ennesima truffa. Troppo controversa del resto la vicenda per non sospettare qualcosa di poco chiaro. E sono quindi iniziate a fioccare le denunce, tanto da spingere le autorità ad investigare per fare luce sui fatti.
I dubbi si sono presto estesi alla vedova di Gerald Cotten, Jennifer. Sospettata a sua volta di essere a conoscenza del luogo in cui erano conservati i dati relativi ai wallet, come indicato del resto da un sondaggio. Nel corso del quale il 92% degli intervistati si è dichiarato sicuro della colpevolezza della donna.
Per cercare di recuperare i propri soldi, sono stati ben 17mila gli utenti di QuadrigaCX che si sono rivolti al curatore fallimentare dell’exchange. Resta da capire, come al solito, se riusciranno a rientrare della loro esposizione. Nel 2019, infatti, le autorità canadesi sono riuscite ad entrare in possesso dei wallet incriminati, scoprendo che al loro interno non c’era più nulla.

Secondo l’Ontario Securities Commission era una truffa

I sospetti sono poi diventati una certezza, quando l’Ontario Securities Commission ha raggiunto le conclusioni sulla vicenda. Affermando senza mezzi termini che il fallimento della piattaforma è il logico risultato di una frode commessa dal co-fondatore e CEO Gerald Cotten.
In pratica, si sarebbe trattato dell’ennesimo schema Ponzi, coi pochi soldi rimasti i quali erano fatti girare da un conto all’altro in modo da dare l’impressione che tutto girasse alla perfezione. In realtà Cotten aveva lasciato una vera e propria voragine, in cui erano stati inghiottiti ben 215 milioni di dollari.
Una cifra vertiginosa che, secondo i più maliziosi, l’uomo si starebbe godendo in qualche sperduto angolo del globo. In quanto il suo decesso sarebbe nulla più che una macchinazione ben congegnata, tesa a permettergli la fuga, prima dell’ingloriosa fine.

Una vicenda che ora sarà rievocata da Netflix

La serie di Netflix si preannuncia molto interessante. I contorni romanzeschi della vicenda di QuadrigaCX sembrano prestarsi magnificamente ad una trasposizione televisiva. Basta in effetti ricordare l’interesse destato da Billions, la fiction ambientata nel mondo del trading che vede protagonisti Paul Giamatti e Damian Lewis, per comprendere la decisione dell’azienda.
Naturalmente saranno in molti a seguirla, tra cui molti criptofans. Proprio il settore, in effetti, potrebbe uscire con le ossa rotte da una narrazione tesa a privilegiare la truffa ordita da Cotten. La speranza è naturalmente che la sceneggiatura punti a far capire, al contrario, che a fronte di uno schema Ponzi come QuadrigaCX, ci sono invece molte piattaforme serie. Le quali andrebbero privilegiate da chi intende investire in asset digitali senza dover aggiungere i rischi di una frode a quelli legati alla volatilità delle criptovalute.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button