News Crypto e cryptovalute

Quantum sta crescendo con grande forza

Dove può arrivare il token?

Nel corso delle ultime settimane, il mercato delle criptovalute ha visto la notevole crescita di Qtum, altrimenti noto come Quantum. Il token, infatti, ha dato vita ad una crescita nell’ordine del 29% nel corso dell’ultimo mese e attualmente si attesta a quota 3,322 dollari.
Per capire il dato basterà ricordare che all’inizio della pandemia di Covid-19 Qtum era precipitato sotto un dollaro, raggiungendo praticamente il fondo. Da allora, però, ha dato vita ad una crescita sostenuta, la quale sta continuando tuttora. Spingendo molti investitori a guardare con interesse alle sue vicende.

Quantum - Quantum sta crescendo con grande forza

Cos’è Quantum e come funziona

Quantum è una tecnologia blockchain che si propone di fungere da ponte tra i contratti intelligenti di Ethereum e quelli stabili del Bitcoin usando il meccanismo Proof of Stake. In particolare si presenta alla stregua di una piattaforma ibrida, fondando il suo funzionamento sulla macchina virtuale di Ethereum e sul Core di Bitcoin. Detto in parole più semplici e comprensibili, Qtum sposa la facilità di programmazione di ETH alla stabilità e alla sicurezza che sono tipici di BTC.
Tra le caratteristiche che risaltano da questo mix, va segnalata in particolare la maggiore scalabilità rispetto ad altri sistemi. L’utilizzo della tecnologia UTXO consente infatti la verifica dei pagamenti (SPV) ai client leggeri senza dover eseguire un nodo completo.

Quali sono le caratteristiche salienti di Quantum?

Se la scalabilità è una tra le principali caratteristiche di Quantum, va però segnalato che ve ne sono altre in grado di rendere interessante il progetto.
Il numero dei token è stato fissato ad un massimo di 108 milioni di esemplari, con una dimensione del blocco pari a 2 MB e un tempo di generazione di 120 secondi.
Il piano di sviluppo è gestito da The Qtum Foundation, una organizzazione di sviluppatori, professionisti ed esperti della blockchain. Cui è affidato quindi il compito di individuare il modo migliore per consentire a Qtum di raggiungere gli obiettivi che erano alla base della sua nascita.

La storia di Quantum

La sua storia ha avuto inizio nel 2016, su impulso di Patrick Dai, e ha avuto il suo momento di maggior fulgore all’inizio del 2018, quando ha raggiunto oltre 100 dollari di quotazione. Un dato che gli ha consentito di entrare a far parte della Top 20 in termini di capitalizzazione. Da quel momento ha iniziato una flessione clamorosa, tale da portarlo a 0,78 dollari il 13 marzo di questo anno, che ha rappresentato il punto più basso della sua storia.

Cosa potrebbe accadere ora?

Nel corso degli ultimi mesi, Qtum ha dato vita ad una continua crescita, superando una resistenza dopo l’altra. Ora i mercati guardano con curiosità all’impegno cui il token è atteso nei prossimi giorni, ovvero l’attacco a quota 3,50 dollari. Curiosità mista a fiducia, considerato come Quantum abbia superato tutte le prove affrontate ultimamente.
A dare forza al progetto potrebbe essere proprio la decisione presa a suo tempo di affidarsi al meccanismo di consenso Proof of Stake (PoS). Una decisione saggia alla luce del fatto che esso sta rivelandosi più funzionale del Proof of Work, tanto da essere stato scelto proprio da Ethereum per quella che molti osservatori indicano come la seconda fase della sua vita.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button