News Crypto e cryptovalute

Ripple sarebbe al 4° posto tra le FinTech, secondo CBInsights

La conferma di una crescita sempre più intensa

Secondo recente un rapporto, Ripple sarebbe al quarto posto in un elenco di società Fintech il cui valore oltrepassa il miliardo di dollari in termini di valore. Nella classifica, redatta da CBInsights, la sua valutazione aziendale si attesterebbe a circa 10 miliardi di dollari, lasciando l’azienda ai piedi del podio. Il quale sarebbe composto da Paytm One97 (36 miliardi di dollari), Stripe (39,4) e Lufax (16 miliardi).
In base a questa valutazione, quindi, Ripple sarebbe l’azienda crittografica di maggior valore attualmente esistente. Davanti a giganti del settore come CoinBase (8 miliardi di dollari), Robinhood (7,6 miliardi), Toast (4,9 miliardi) e Circle (3,5 miliardi).

ripple - Ripple sarebbe al 4° posto tra le FinTech, secondo CBInsights

I motivi del giudizio di CBInsights

A motivare il lusinghiero giudizio di CBInsights sarebbero stati una serie di dati che dimostrano la continua crescita di Ripple. A partire dagli oltre 200 milioni di dollari raccolti nel corso del round di finanziamenti lanciato nel 2019 con il preciso intento di adattare ed espandere i suoi servizi.
Cui occorre aggiungere gli oltre 50 milioni di dollari investiti da Ripple nel gigante delle rimesse MoneyGram, di cui ha acquisito oltre il 10% di tutte le azioni ordinarie. Una mossa giustificata dal fatto che MoneyGram utilizza, tra le altre cose, RippleNet.
La crescita di Ripple è poi testimoniata dagli oltre 500 dipendenti che lavorano nelle sue sedi di ogni parte del globo, tra cui quella appena aperta a Dubai, e dagli oltre 300 partner collezionati su RippleNet.

Cosa rende speciale Ripple

Cosa contribuisce a fare di Ripple il vero e proprio gigante che è attualmente? La società è sorta con il preciso intento di rimediare ad alcune lacune di Bitcoin, in termini di sicurezza e rapidità delle transazioni. Facendosi notare immediatamente per la sua attenzione al mondo bancario. Al quale si è proposto come fornitore di servizi in grado di aumentare l’efficienza soprattutto dei pagamenti transfrontalieri. Garantendo al contempo un notevole abbattimento dei costi. Un fattore che ha spinto molti gruppi del settore a varare collaborazioni con Ripple.
Con il passare del tempo, però, il management ha deciso di sviluppare anche una seconda direttrice. Quella rappresentata dalle piccole e medie imprese (PMI). Alle quali sono stati proposti in particolare servizi nel settore delle micro transazioni. Una decisione la quale sembra stia dando i suoi frutti, almeno a giudicare dal rapporto di CBInsights.

Ripple si appresta a lasciare gli Stati Uniti?

Di recente Ripple ha fatto parlare di sé per un annuncio rilasciato da Chris Larsen, ex CEO dell’azienda, nel corso di una intervista rilasciata a Fortune. Secondo il quale l’azienda sarebbe sul punto di abbandonare gli Stati Uniti.
Una decisione derivante dalla sempre più aperta ostilità del governo di Washington nei confronti delle valute digitali. Dimostrata, sempre secondo Larsen, dalla mancata regolamentazione del settore, la quale impedirebbe alle aziende crittografiche di dare vita a piani di lungo termine. Perché farli, se il quadro di riferimento potrebbe mutare radicalmente il suo indirizzo, all’improvviso?
Un malumore che sembra destinato a tramutarsi ben presto in atti concreti. Soprattutto alla luce del notevole sviluppo fatto registrare da Ripple nel corso degli ultimi mesi, che l’azienda vuole cercare di alimentare all’interno di un ecosistema più favorevole agli asset digitali. Resta solo da vedere se l’avvicendamento tra Donald Trump e Joe Biden lascerà immutate le cose o preluderà ad un cambiamento anche in relazione al denaro virtuale.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button