News Crypto e cryptovalute

Ripple si unisce alla Civic Alliance

L’obiettivo è quello di elezioni sicure negli Stati Uniti

Le elezioni presidenziali degli Stati Uniti sono sempre oggetto di grande discussione. Dovuta alle conseguenze che sullo scacchiere globale può avere l’elezione di un candidato invece che un altro.
Con Donald Trump in campo questa morbosa attenzione dell’opinione pubblica si è notevolmente acuita, proprio in conseguenza dell’aggressività con cui il tycoon ha caratterizzato la sua politica, sia all’interno del Paese che al suo esterno.
In questa occasione, però, le occasioni di scontro tra repubblicani e democratici non si sono esaurite nella semplice divergenza di opinioni. Andando invece a toccare un tema molto delicato come quello della legittimità del risultato elettorale.

Ripple - Ripple si unisce alla Civic Alliance

Trump e Biden disconosceranno il risultato delle urne?

Nelle settimane passate, infatti, sia dall’una che dall’altra parte sono state pronunciate parole destinate a pesare molto sui mesi che seguiranno la competizione. Da un lato è stata Hillary Clinton ad invitare Joe Biden a non riconoscere una eventuale sconfitta.
Trovando una risposta netta da parte dell’attuale inquilino della Casa Bianca, il quale ha iniziato un vero e proprio bombardamento contro il voto postale. In particolare criticando la decisione della Corte Suprema di consentire il conteggio delle schede elettorali per corrispondenza della Pennsylvania recanti il timbro postale entro il giorno delle elezioni. Tanto da spingere settori del Pentagono ad ipotizzare un suo utilizzo dell’esercito per non cedere i poteri.

La Civic Alliance scende in campo

In una situazione obiettivamente incandescente, c’è stato anche chi ha deciso di provare a stemperare le tensioni. In particolare è stata la Civic Alliance a farlo, predicando con grade forza la necessità di dare vita ad un processo di voto in grado di risultare equo. E quindi realmente democratico.
All’associazione hanno aderito sinora ben 993 aziende statunitensi, rappresentative di oltre 5 milioni di lavoratori. “Il voto dovrebbe essere sicuro e accessibile a tutti. Le elezioni dovrebbero essere eque e trasparenti ”, si può leggere in una dichiarazione pubblicata sul sito web della Civic Alliance.
Tra le aziende che hanno deciso di partecipare all’associazione ci sono nomi come Microsoft, Twitter, Deloitte, Facebook e PayPal. Le quali hanno aderito alla decisione di offrire un congedo retribuito ai propri dipendenti, in modo da dare loro il tempo per poter uscire e andare a votare, oltre che aiutare ai seggi elettorali.

Anche Ripple aderisce alla Civic Alliance

Tra le aziende che hanno aderito all’alleanza c’è anche Ripple. Una adesione abbastanza sorprendente, alla luce della posizione espressa di recente da Brian Armstrong, il suo CEO. Il quale ha affermato la sua contrarietà a schierarsi per una delle parti in causa da parte dei dipendenti. Segno evidente che la situazione è realmente molto seria.
Continuano infatti a rincorrersi le voci che vorrebbero i sostenitori di Trump già protagonisti di disordini, tali da portare all’interruzione del processo di voto in alcune aree degli Stati Uniti. Un atteggiamento il quale potrebbe addirittura portare all’intervento della Guardia Nazionale, ove la situazione non dovesse essere ristabilita. Tanto da spingere la Civic Alliance ad affermare che i crescenti disordini civili e una politica sempre più polarizzante stanno sfidando la democrazia degli Stati Uniti in una maniera mai conosciuta nel passato.
Non resta quindi che attendere i risultati delle urne per capire chi sarà il prossimo inquilino della Casa Bianca e, soprattutto, se lo sconfitto riconoscerà il risultato. In caso contrario, la situazione potrebbe degenerare, con conseguenze al momento incalcolabili.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button