News Crypto e cryptovalute

Secondo Charles Hoskinson Cardano sta dando un apporto più significativo di BTC al settore cripto

cardano ada - Secondo Charles Hoskinson Cardano sta dando un apporto più significativo di BTC al settore cripto
Cryptocurrency Cardano in the man’s hand. ada

Charles Hoskinson, il creatore di Cardano, noto anche per essere tra i cofondatori di Ethereum, ha affermato che la criptovaluta da lui varata sta fornendo al settore della crittografia un contributo molto maggiore di quello dato dal Bitcoin.
Anzi, ha voluto precisare che proprio la sua creazione contribuisce a tenere in vita le coordinate originali della criptovaluta attribuita a Satoshi Nakamoto.

Cosa ha affermato Charles Hoskinson

Le affermazioni di Hoskinson sono state rilasciate nel corso di una intervista concessa di recente, nel corso della quale ha puntualizzato come quanto fatto con ADA sia molto più significativo dal punto di vista tecnico rispetto a quanto introdotto da BTC.
Il gruppo di accademici che si raduna intorno a Cardano ha infatti dimostrato che la proof of work può essere resistente ai computer quantistici, risolto il problema della prova dello stake, dato vita a linguaggi di programmazione significativamente migliori, ampliato il modello UTXO.
Una serie di operazioni estremamente significative grazie alle quali Cardano potrebbe arrivare ad eseguire, una volta a pieno regime, un milione di transazioni al secondo. Molte più di quelle concesse dalla blockchain di Bitcoin.

Il parere di Weiss Crypto Ratings

Le parole di Hoskinson non sembrano una semplice dichiarazione d’amore nei confronti della sua creazione, ma sono supportate da autorevoli pareri.
Tra cui quello di Weiss Crypto Ratings, la divisione dedicata agli asset digitali dell’omonima società di rating finanziario, che ha recentemente nominato Cardano (ADA), uno dei beni digitali più “sottovalutati”.
In particolare, il suo prezzo, secondo gli analisti della compagnia, non rifletterebbe i principi fondamentali del progetto, anche se l’agenzia non ha poi inteso fornire dettagli a supporto della sua tesi.
Gli stessi analisti hanno però in pratica dato seguito a quanto detto a novembre del 2019, quando avevano affermato la netta superiorità di Cardano nei confronti di EOS. Un giudizio il quale faceva leva in particolare sul livello di centralizzazione del secondo.
Il rating di ADA, in quella occasione, era stato fissato a B+ per tecnologia e adozione, a fronte di un giudizio di rischio-ricompensa attestato soltanto a E+. In pratica, secondo Weiss, la tecnologia su cui si basa il progetto è eccellente, ma le sue prestazioni di prezzo sono ancora molto deboli, lasciando quindi spazio per una notevole crescita.

Cardano si avvia verso una ulteriore decentralizzazione

Se il giudizio dell’agenzia di rating già era positivo alla fine dell’anno, in questo arco temporale si sarà sicuramente rafforzato. Soprattutto in considerazione del fatto che gli sviluppatori di Cardano stanno pigiando sull’acceleratore in vista di un ulteriore livello di decentralizzazione.
A renderlo possibile sarà il nuovo meccanismo di consenso Shelley, basato sulla Proof of Stake. Si tratta in pratica di una modalità che prevede la scelta dei noti chiamati a validare una transazione su base pseudocasuale, venendo ricompensati con una parte delle commissioni associate al blocco validato.
Una notevole differenza rispetto al Proof of Work, in cui il premio ai minatori che partecipano è in pratica il premio spettante per l’apporto della potenza di calcolo necessaria all’estrazione dei blocchi. Un meccanismo che, però, lascerebbe secondo i detrattori la porta aperta ad un possibile controllo da parte degli attori più forti della catena. A loro parere da evitare assolutamente.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button