News Bitcoin

Secondo Forbes il dollaro digitale potrebbe favorire il Bitcoin

dollaro digitale - Secondo Forbes il dollaro digitale potrebbe favorire il Bitcoin

La discussione pubblica sulle criptovalute continua a ruotare intorno a Bitcoin. Se il 12 maggio è ormai passato, gli scenari post halving hanno comunque obbligato molti osservatori a mantenere il loro focus sull’icona delle criptovalute.
Il motivo di questo interesse è da ricercare nel fatto che secondo molti analisti si stanno sempre più infittendo i fattori che sembrano favorire un nuovo grandioso rally di BTC. Segnali provenienti da un’economia messa sempre più a dura prova dall’imperversare del coronavirus.

Si continua a parlare di dollaro digitale

Nella discussione sulle criptovalute, c’è una sorta di convitato di pietra, rappresentato dai governi. Se sino a qualche anno fa la maggior parte di loro vedeva negli asset digitali un concreto pericolo, a causa dell’afflato decentralizzatore che li caratterizza, ormai da tempo si è registrato un notevole mutamento di atmosfera.
Se un tempo si pensava che Bitcoin e Altcoin rappresentassero uno strumento in grado di aiutare evasione fiscale ed economia criminale, ora le accuse si sono spostate in maniera sempre più virulenta verso il contante. Additato da molti come il vero strumento in grado di sottrarre preziose risorse al fisco e quindi da limitare drasticamente.
In un’ottica di questo genere, le monete virtuali sono diventate uno strumento ideale, a patto che siano controllate dallo Stato.
Si chiamano CDBC (Central Bank Digital Currency) e la Cina già è entrata nella fase di sperimentazione della sua. Lo yuan digitale, però, sembra rendere sempre più prossimo l’arrivo di un dollaro virtuale.

I piani dei democratici

Di dollaro digitale si è tornato a parlare di recente, quando l’opposizione democratica a Donald Trump ha evocato la necessità di istituirlo in qualità di risposta alla pandemia da coronavirus. Da quel momento molte voci si sono aggiunte al coro, spinte a farlo anche dalla necessità di dare una risposta allo yuan digitale, ormai in fase di decollo.
In questo coro si è posizionato di recente anche Jerome Powell, il governatore del Federal Reserve System, durante una audizione di fronte alla Camera dei Rappresentanti, nel corso della quale ha ammesso che l’ente sta discutendo sull’opportunità di procedere su questa strada.

Forbes: il dollaro digitale favorirebbe BTC

Le parole di Powell hanno spinto molti esperti a fare commenti sugli scenari futuri. Tra di essi anche gli analisti di Forbes, secondo i quali il varo di un dollaro digitale avrebbe come contropartita l’apertura di scenari estremamente favorevoli per il Bitcoin. A cosa è dovuto questo convincimento?
Nella sua analisi Forbes afferma che una CBDC emessa dalla banca centrale degli Stati Uniti d’America, sarebbe interpretata come una implicita approvazione del Bitcoin in un Paese ove le normative faticano ancora ad accettare le criptovalute. In pratica, l’adozione di una valuta a corso legale completamente smaterializzata, accompagnata da una contestuale sostituzione della carta moneta, comporterebbe un effetto collaterale ben preciso, ovvero l’incentivazione all’acquisto delle criptovalute.
Una situazione la quale non potrebbe che sospingere la domanda, con una conseguente lievitazione dei prezzi. Di tale scenario si avvantaggerebbe soprattutto BTC, ormai guardato da molti alla stregua di una vera e propria riserva di valore.
Si tratta quindi di uno scenario da tenere assolutamente in considerazione da parte di chi intenda investire su strumenti finanziari alternativi.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button