News Bitcoin

Secondo Pantera Capital BTC potrebbe schizzare a quota 114mila dollari!

bitcoin fisco - Secondo Pantera Capital BTC potrebbe schizzare a quota 114mila dollari!

Il 12 maggio continua ad avvicinarsi a grandi passi e l’attesa per l’halving si fa spasmodica, ora dopo ora. Una attesa rafforzata anche dalle vicende che hanno interessato il Bitcoin sui mercati in questi giorni, con improvvise crescite e altrettanto repentini ripiegamenti i quali, comunque, fanno capire come in molti siano ormai pronti ai blocchi di partenza per cercare di sfruttare gli esiti di quello che, almeno nel settore delle criptovalute, si annuncia come l’evento dell’anno.

Il pronostico di Pantera Capital

Nelle ultime ore, ha destato una certa sensazione quanto vaticinato da Pantera Capital. L’azienda, infatti, ha provveduto ad inviare una lettera agli investitori avente come oggetto proprio quanto sta accadendo nel settore dell’economia per effetto della pandemia Coronavirus.
Nell’esame sono prese in considerazione le conseguenze innescate dal diffondersi del virus non solo sui mercati tradizionali, ma anche sul prezzo di  Bitcoin.
In particolare, nella lettera si ricorda quali siano state le prestazioni dei vari asset sui mercati, nel corso degli ultimi sei mesi presi in considerazione.
Un esame dal quale esce a pezzi naturalmente il petrolio, inabissatosi letteralmente nelle ultime settimane, mentre viene esaltato il ruolo svolto da BTC. L’iconica criptovaluta attribuita a Satoshi Nakamoto, infatti, ha dato vita nel periodo considerato ad una crescita nell’ordine del 23%. Per capire meglio, basterà ricordare come l’oro in questo semestre si si dovuto accontentare di un più modesto 13% di crescita.

Le previsioni di Ken Rogoff

Sempre nella sua missiva, Pantera Capital ha poi voluto lasciare spazio alle argomentazioni di Ken Rogoff, un economista di Harvard. Secondo lui, le conseguenze della pandemia in atto sono destinate a lasciare strascichi sull’economia mondiale addirittura per decenni. Tanto da definire quanto accaduto nel 2008 alla stregua di una passeggiata di salute e quella in atto come la madre di tutte le crisi. Una crisi la quale, del resto, non ha eguali nella storia degli ultimi secoli.
Uno scenario apocalittico, quello di Rogoff, su cui gli analisti di Pantera Capital hanno deciso di inserire a loro volta una previsione fuori dall’ordinario. In base alla quale, il prezzo di BTC è destinato a posizionarsi a quota 114mila dollari!

Una previsione folle? Non proprio

Gli stessi analisti di Pantera Capital sembrano dal canto loro rendersi conto che una previsione di questo genere può suonare alla stregua di una boutade. Ricordando allo stesso tempo come anche quota 5mila, qualche anno fa, fosse considerata una previsione non rispondente alla realtà. Mentre oggi, ancora pima che vada in porto l’halving, previsto per il 12 maggio, BTC ha sfondato di nuovo quota 9mila dollari e sembra ormai pronto ai blocchi partenza per una nuova spettacolare bull run.
La stessa che del resto è attesa da John Pompliano, noto da tempo per aver predetto lo sfondamento di quota 100mila dollari da parte di Bitcoin entro la fine dell’anno. Una profezia che torna ad aleggiare ogni volta che la regina delle criptovalute inizia a scaldare i motori per iniziare a crescere con una velocità che sembra in grado di spazzare via ogni ostacolo.
Insomma, almeno a giudicare dalle premesse, non resta che allacciarsi le cinture e assistere a quello che potrebbe accadere nei prossimi giorni.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button