News Crypto e cryptovalute

Serum, un esordio con gli effetti speciali

Ancora la DeFi in grande evidenza

La finanza decentralizzata (DeFi) continua a riservare grosse sorprese. L’ultima in ordine di tempo è quella rappresentata da Serum, un exchange decentralizzato per derivati, il cui token ha dato vita ad una crescita del 1500% in un solo giorno.
Serum Project è una nuova iniziativa scaturita dalla collaborazione tra la piattaforma di trading centralizzata FTX e Solana, una blockchain per smart contract interoperabile la quale si propone di favorire un mix composto da commissioni economiche ed elevata velocità di transazione.
A testimoniare quanto sta accadendo è tradingview.com, che a circa 18 ore dal lancio posiziona la quotazione del token a 1,86 dollari. Contro gli undici centesimi della quotazione in fase di ICO (Initial Coin Offering). Una crescita che fa sognare molti investitori.

Serum - Serum, un esordio con gli effetti speciali

Serum: i motivi del boom

A giustificare il boom di Serum è intanto la quotazione del token su Binance. Cui si aggiunge quella su Uniswap, BitMax, HBTC, Balancer, TomoDEX e 1Inch.
Ma, soprattutto, sembra che in questo momento qualsiasi progetto che venga accostato al mondo DeFi sia destinato ad un successo travolgente. Il cui mercato continua ad inanellare record dopo record. Basti pensare che secondo Defipulse.com, l’11 agosto esistevano in totale 4,75 miliardi di dollari investiti in progetti DeFi. Una cifra destinata ben presto ad impallidire.
Tornando a Serum, va sottolineato che nell’ambito del progetto è previsto il conio di 10 miliardi di token. Di cui attualmente ne sono in circolazione appena 160 milioni, almeno stando a quanto riferito da Etherscan.

Serum sulle orme di Yearn.Finance e Comp

Come abbiamo ricordato, si tratta di un momento d’oro per tutto quello che ha a che fare con la finanza decentralizzata. Basti vedere quello che sta combinando sul mercato Yearn.Finance, progetto avviato poco dopo la metà di luglio il quale sta dando vita ad una crescita impressionante. O la folgorante ascesa di Comp, token ERC-20 che gira sulla blockchain Ethereum, lanciato alla fine di giugno sulla piattaforma di trading Coinbase Pro. Un trend il quale, però, inizia ad essere visto con un certo timore dagli esperti. Per fondati motivi.

Le perplessità sul boom della DeFi

Proprio quanto sta accadendo intorno alla finanza decentralizzata è oggetto da tempo di una discussione sempre più serrata. Il timore di molti è che si tratti dell’ennesima bolla. La similitudine con quanto accaduto nel settore delle ICO di monete virtuali è secondo alcuni sempre più evidente.
Come si ricorderà, ad un certo punto si è verificato il lancio di tutta una serie di token molto spesso simili a gusci vuoti. In pratica molti speculatori hanno dato vita a progetti senza alcun senso confidando nella risposta di una miriade di investitori affascinati dalle mirabolanti promesse iniziali. La stragrande maggioranza di queste ICO si è poi rivelata alla stregua di una truffa, con danni d’immagine estremamente rilevanti per il settore.
Il timore è che questo andamento possa verificarsi anche nel settore DeFi. Proprio per questo iniziano a levarsi voci sempre più forti, il cui intento è di mettere sull’avviso gli investitori. Il pericolo, infatti, è che nel caso dovesse scoppiare la bolla, il bambino (la DeFi) potrebbe essere buttato insieme all’acqua sporca. Un pericolo assolutamente da evitare.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button