News Bitcoin

Si approssima la tempesta perfetta, per il Bitcoin?

bitcoin fisco - Si approssima la tempesta perfetta, per il Bitcoin?

E’ del tutto naturale che l’approssimarsi del 13 maggio si traduca in una attesa spasmodica per i fans di Bitcoin e degli asset digitali in genere. Secondo molti analisti, infatti, il prezzo della criptovaluta più popolare in assoluto potrebbe iniziare una nuova bull run in grado di realizzare almeno in parte pronostici di vecchia data.
Un novero in cui naturalmente spiccano le profezie di Anthony Pompliano e John McAfee: secondo il primo il token dovrebbe posizionarsi a quota 100mila dollari entro la fine dell’anno, per il secondo dovrebbe addirittura sfondare il muro del milione di dollari. Semplici boutade o previsioni fondate su dati concreti?

La tempesta perfetta è in via di formazione?

Per chi, come Roger Ver, sostiene che non accadrà praticamente nulla, almeno nelle settimane successive al previsto dimezzamento delle ricompense spettanti ai miners, una indiretta risposta arriva da alcuni dati che magari qualche mese non potevano essere messi in preventivo.
In tal senso occorre citare un recente report di Arcane Research, il quale punta il dito sulle attuali politiche espansive messe in campo dalla Federal Research al fine di contrastare gli effetti recessivi della pandemia da coronavirus.
Secondo gli analisti della società, se questa massiccia iniezione di liquidità nel sistema, sotto forma di aiuti economici a imprese e lavoratori, è destinata a dare frutti nel breve periodo, essi potrebbero poi rivelarsi avvelenati più a lungo termine.

Halving e stimoli economici della Fed: il mix ideale

Mentre la Fed inonda l’economia di liquidità, BTC si avvia verso un dimezzamento delle ricompense. Quindi, verso una situazione che potrebbe preludere all’immissione di un minor quantitativo di moneta virtuale.
La risposta degli investitori a questo mix potrebbe concretizzarsi in un vero e proprio fiume di risorse drenate dall’economia reale a quella virtuale.
Uno scenario che, del resto, potrebbe essere ulteriormente facilitato da quanto sta accadendo nel settore del mining, con alcune società che stanno in pratica spostando il loro impegno verso altri asset criptografici reputati al momento più redditizi. E’ il caso, ad esempio, di Valarhash Baite, azienda operante in Cina che deteneva circa il 9% dell’hash rate globale. La società ha infatti annunciato di recente la decisione, già operante, di ridurre l’attività di calcolo per BTC.  Le risorse in questione sarebbero destinate ad altri asset.

Bitcoin verso l’adozione di massa?

Nei mesi precedenti c’erano stati alcuni segnali che avevano fatto immaginare una crescita di Bitcoin in termini di utilizzo nella vita reale. Ad esempio la decisione di alcuni attori di primo piano della grande distribuzione francese, i quali avevano aperto le loro transazioni elettroniche a BTC.
Mentre in Venezuela e Argentina sono sempre di più i cittadini che, per evitare di essere danneggiati da indici di inflazione troppo alti, hanno deciso di convertire i loro stipendi e pensioni ricevuti sotto forma di valuta fiat, bolivar e pesos, in token.
Con l’arrivo del Covid-19, però, questa tendenza potrebbe diventare ancora più forte. Spingendo in tal modo masse sempre più vaste di persone a utilizzare le criptovalute, e in particolare proprio quella più iconica, nelle proprie transazioni online. Con l’e-commerce in vertiginosa crescita, si tratta di un ulteriore scenario che sembra preludere ad una prossima bull run per BTC. Una crescita in linea con quanto vaticinato anche da una fonte insospettabile come Bloomberg.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button