News Crypto e cryptovalute

Steph Curry chiede consigli per iniziare a investire sulle criptovalute

Anche l'asso dei Golden State Warriors si è convertito agli asset digitali

Anche Steph Curry, uno dei migliori giocatori della National Basketball Association (NBA), la maggiore lega professionistica di basket a livello globale, ha deciso di investire nelle criptovalute. Lo ha svelato lui stesso, in un post pubblicato su Twitter, in cui ha chiesto ai suoi fans qualche consiglio per poterlo fare al meglio. Una richiesta che è stata presto soddisfatta da veri e propri pesi massimi del settore, a partire da Michael Saylor, il fondatore e CEO di Microstrategy.

Steph Curry - Steph Curry chiede consigli per iniziare a investire sulle criptovalute

La risposta di Michael Saylor a Steph Curry

“ Steph, I spent more than a thousand hours considering this question and chose bitcoin. So far, I have purchased more than $3 billion in BTC because I think it’s the future of digital property.” Questa la risposta data da Saylor, aggiungendo che la guardia dei Golden State Warriors può inviargli richieste di aiuto in qualsiasi momento.
Una risposta che non poteva certo passare inosservata, considerato come Saylor sia uno dei più noti sostenitori di Bitcoin. Tanto che Microstrategy ha accumulato poco meno di 5 miliardi di dollari in BTC entro febbraio di quest’anno. Mentre nel mese di aprile l’azienda ha annunciato la decisione di versare i compensi ai suoi consiglieri di amministrazione proprio in denaro digitale. E, ancora, a luglio ha affermato la sua intenzione di cedere 400 milioni di dollari in obbligazioni societarie con l’intento di acquistare il corrispondente in token.

Non solo Saylor

Il CEO di Microstrategy non è però stato l’unico nome di spicco della scena crypto a rispondere alla richiesta di aiuto di Curry. Anche Crypto Cobain, altro popolare commentatore di criptovalute sui social media, e Alex Gladstein, che ricopre l’incarico di chief strategy officer presso la Human Rights Foundation e grande sostenitore di Bitcoin, non hanno esitato in tal senso.
Tra le risposte giunte, da segnalare anche quella di Frances Coppola, editorialista finanziaria nota per la sua strenua opposizione alle criptovalute. La quale ha risposto alla richiesta della star dell’NBA con una semplice parola, tale da non ammettere repliche: “No”.

Golden State Warriors e asset digitali

Occorre anche sottolineare come proprio il team cui Curry ha legato la sua storia professionale, i Golden State Warriors, siano a loro volta già entrati in contatto con il mondo della criptografia. In particolare lanciando nella primavera di quest’anno una collezione di NFT (Non Fungible Token) in cui sono riassunti i momenti più importanti nella storia della franchigia californiana. A partire naturalmente dai sei titoli vinti, quattro dei quali proprio grazie alle preziose mani di Curry e alla sua specialità, il tiro da tre.

La NBA è sempre più attratta dalle criptovalute

Curry e Warriors sono solo la punta dell’iceberg. Tra il mondo dell’NBA e gli asset digitali i rapporti sono sempre più intensi, come dimostrano le tante iniziative promosse in tal senso da team come Cleveland Cavaliers, Sacramento Kings, Dallas Mavericks e altri.
Mentre per quanto concerne le stelle della lega, va sottolineata l’iniziativa di Jalen Suggs, giovane emergente degli Orlando Magic. Il quale ha raffigurato sotto forma di NFT il momento in cui è esploso nell’esultanza dopo aver scagliato il tiro da metà campo con cui la sua squadra, Gonzaga, ha battuto UCLA nella tappa californiana della March Madness, ovvero il torneo universitario statunitense, uno dei maggiori eventi sportivi dell’anno. Una decisione che fa capire come ormai i rapporti tra basket professionistico e asset digitali siano pronti a decollare definitivamente.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button