Cosmos ATOM

Cos’è Cosmos

Cosmos (ATOM) è una realtà molto recente, divenuta famosa agli investitori grazie ad una positiva e ampia recensione fatta negli ultimi tempi da Binance.

Nella fattispecie siamo di fronte a qualcosa non solo di innovativo, ma di fronte a quello che è un vero e proprio sistema tra i più potenti, scalabili e interoperabili di blockchain collegati.

Si tratta di una rete decentralizzata di blockchain paralleli e che sono del tutto indipendenti, i quali vengono alimentati da Tendermint e anche da altri algoritmi di tolleranza bizantini, ovvero quello che in lingua originale sono conosciuti come Byzantine Fault Tolerant algorithms.

A cosa serve Cosmos

Cosmos ha come obiettivo quello di andare a risolvere uno dei principali problemi che ci sono all’interno del mondo delle criptovalute, ovvero il fatto che le blockchain tradizionali non comunicano tra di loro. Oltre a questo, chi conosce bene di cosa stiamo parlando, sa che altre problematiche presenti sono caratterizzata dal fatto che tali blockchain sono difficili da costruire e possono gestire come numero di transazioni al secondo solo una piccola quantità.

Per risolvere queste problematiche Cosmos si pone sul mercato delle criptovalute con approccio tecnico decisamente nuovo, mettendo in campo una blockchain 3.0 che superi i limiti delle blockchain 1.0 (che riguardano ad esempio il Bitcoin classico) e delle blockchain 2.0 (che riguardano ad esempio Ethereum).

In pratica, i creatori di Cosmos hanno come obiettivo primario quello di andare a facilitare il lavoro degli sviluppatori, i quali sono alle prese con la creazione di nuove blockchain che devono andare a superare le barriere che ci sono tra le varie catene, permettendo quindi di effettuare tra di loro qualsiasi tipo di transazione.

Cosmos ATOM è minabile?

Una delle cose a cui gli investitori pongono l’attenzione quando vanno a trattare con le criptovalute, è se queste siano o meno minabili. Cosa possiamo osservare in merito a Cosmos? È un’operazione fattibile quella del mining?

La risposta è sì, e per farlo esiste un calcolatore apposito. Questo calcolatore di mining di Cosmos ATOM  va a funzionare in modo molto semplice, e sfrutta il principio di ottenere input diversi che sono essi relativi a quella che è la configurazione dell’hardware di mining.

Si va in pratica ad applicare l’algoritmo di mining su di essa e ne calcola la quantità che viene generata. La procedura è molto pratica e non si presenta affatto difficile, quindi è alla portata anche di coloro che sono meno esperti.

Back to top button