Eos

Cos’è EOS

EOS.IO, questo il nome originale, è un token di criptovaluta e blockchain, il quale per sua natura va ad operare su una piattaforma di smart contract e ha come funzione primaria quella del dispiegamento di applicazioni decentralizzate.

Si tratta di una moneta digitale che non nasce da un hard fork come per esempio Litecoin o Bitcoin Cash, ma che si presenta completamente nella sua originalità. Il sistema di questa criptovaluta in pratica va a strutturarsi in blockchain, che a loro volta vanno a costituire quella che è una piattaforma facilmente fruibile per quelli sviluppatori che vanno ad operare all’interno del sistema.

Questo serve a rendere operativa la criptovaluta all’interno del settore delle transazioni sia finanziarie che commerciali.

A cosa serve EOS

Quali sono gli utilizzi primari sui quali si può contare utilizzando la moneta digitale EOS.IO? La valuta in questione, la quale permette l’acquisto di token che si usano poi per andare ad effettuare le transazioni vere e proprie, trova la sua massima espressione in quelle operazioni che si vanno a fare tramite le piattaforme di trading online.

Si tratta quindi di una moneta particolarmente interessante e ottimale per coloro che vogliono andare a fare degli investimenti sul mercato finanziario, in quanto lo sviluppo del software nasce proprio con questo particolare obiettivo.

Si tratta di qualcosa che alla fine si presta molto bene a quella che è una diversificazione mirata del portafoglio, nel quale una criptovaluta trova sempre uno spazio importante.

EOS è minabile?

La risposta è che EOS.IO non è minabile, quantomeno in modo diretto. Ci sarebbe un sistema complesso che permetterebbe di poterlo fare ma che alla fine è privo di senso, in quanto per come è strutturata la criptovaluta sarebbe da scoprire per quale strano motivo una persona dovrebbe avere interesse a minarla. Il motivo sta nel fatto che EOS.IO non utilizza né il sistema proof-of-work che come sappiamo è ciò che fa Bitcoin, né tantomeno il sistema proof-of-stake, che come sappiamo è ciò che fa Ethereum.

Nel caso di EOS.IO il modello che viene utilizzato si chiama delegated proof-of-stake, abbreviato con la sigla DPoS. Si tratta di un sistema che sceglie in modo arbitrario un numero di nodi, i quali andranno a confermare le transazioni di ogni singolo nodo. Il numero di nodi varia di rete in rete, ma in genere si attesta intorno ai 100 per evitare che si creino problemi durante la procedura.

Back to top button
Close