Maggio 25, 2020
Home » Telegram rinuncia al progetto TON Blockchain
Blockchain

Telegram rinuncia al progetto TON Blockchain

Il fondatore di Telegram Pavel Durov ha annunciato che il progetto Telegram Open Network (TON) sarebbe stato interrotto a causa della continua lotta legale della società con la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti.

Telegram Open Network TON abbandonato da telegram - Telegram rinuncia al progetto TON Blockchain

Telegram abbandona il Progetto TON Blockchain

Pavel Durov, il fondatore di Telegram, ha dichiarato che la società ha deciso di chiudere il progetto blockchain TON.

Durov ha aggiunto che qualsiasi progetto basato su TON o usando il suo nome non sarà correlato a Telegram.

Sfortunatamente, sembra che la società non sia stata in grado di affrontare una battaglia senza fine con la Commissione statunitense per i titoli e gli scambi (SEC).

Durov ha spiegato in una nota:

“Oggi è un giorno triste per noi di Telegram. Annunciamo l’interruzione del nostro progetto blockchain”.

L’annuncio del progetto Telegram Open Network (TON)

Il Tribunale degli Stati Uniti ha inibito a Telegram di continuare lo sviluppo di Telegram Open Network.

Alcuni importanti validatori PoS hanno deciso di lanciare Free TON basato sul token nativo TON Crystal.

Recentemente Telegram aveva annunciato il messaggio che gli investitori avrebbero ricevuto un rimborso di $ 1,2 miliardi come parte significativa del loro investimento, o il 110% in un anno dopo il lancio di TON.

Durov ha annunciato che il tribunale degli Stati Uniti ha dichiarato che Grams non poteva essere distribuito anche al di fuori degli Stati Uniti.

Il sospetto era che i cittadini degli Stati Uniti potessero provare a cercare altri modi per accedere alla piattaforma TON.

Durov ha sottolineato:

“Purtroppo, il Tribunale americano ha ragione su una cosa: noi possiamo votare per i nostri presidenti ed eleggere i nostri parlamenti, ma siamo ancora dipendenti dagli Stati Uniti quando si tratta di finanza e tecnologia”.

Stare lontano da TON: Versioni indipendenti

Due mesi fa, il giudice distrettuale degli Stati Uniti Kevin Castel di Manhattan ha emesso un’ingiunzione preliminare a favore della causa da parte della SEC per impedire il lancio della piattaforma blockchain TON.

Benchmark e Lightspeed Capital, oltre a diversi investitori russi, hanno incassato 1,7 miliardi di dollari in cambio della promessa dei futuri Grams.

Durov ha avvertito:

“Voglio concludere questo post augurando buona fortuna a tutti coloro che lottano per la decentralizzazione, l’equilibrio e l’uguaglianza nel mondo.

Stai combattendo la battaglia giusta. Questa battaglia potrebbe essere la battaglia più importante della nostra generazione. Speriamo che tu abbia successo dove abbiamo fallito”.

Ha anche avvertito le persone di stare alla larga dalle versioni indipendenti di TON costruite da entità di terze parti sottolineando:

“Fai attenzione e non lasciare che nessuno ti induca in errore.”

Quindi, probabilmente questa è la fine della saga di Telegram-SEC.

Lascia un commento