News Crypto e cryptovalute

Toyota sta lavorando per lanciare il suo token

Il marchio giapponese non è il solo a puntare sulla blockchain

Sono sempre di più le aziende private di ogni parte del globo che hanno deciso di entrare nel settore crittografico, lanciando un proprio token. L’ultimo grande nome che ha annunciato il suo impegno in tal senso è Toyota Motor Corporation, o meglio, il suo braccio IT, Toyota Systems.
Il marchio nipponico, uno dei maggiori brand automobilistici, ha annunciato ufficialmente la collaborazione instaurata con un exchange di criptovalute giapponese, DeCurret. Una partnership la quale ha il preciso scopo di portare all’esordio sul mercato di una nuova valuta digitale recante il marchio Toyota.

Toyota - Toyota sta lavorando per lanciare il suo token

I dettagli del piano

Nel progetto saranno coinvolti circa 2500 dipendenti della casa automobilistica, i quali avranno la possibilità di scambiare monete con regali da un catalogo creato all’uopo.
Toyota ha comunque sottolineato che i token prodotti non potranno essere scambiati con valute legali come lo yen giapponese. A fornire la piattaforma blockchain sarà DeCurret, mentre non è ancora stato chiarito se il token sarà messo anche a disposizione della clientela o rimarrà circoscritto ai suoi dipendenti.

Per Toyota non è una novità

Per il marchio nipponico non si tratta di una prima presa di contatto con il settore crittografico. L’azienda giapponese ha già fatto il suo ingresso nel Consorzio R3, una piattaforma per la tecnologia blockchain rivolta alle aziende, nel corso del 2016. Mentre nel marzo di quest’anno ha deciso di lanciare una propria piattaforma, il Toyota Blockchain Lab, con l’intento di curare quattro obiettivi: il rapporto coi consumatori, la produzione dei propri modelli automobilistici, la catena logistica e la digitalizzazione del valore creato.

Il settore dell’automotive è molto interessato agli asset digitali

Va anche sottolineato come Toyota non sia l’unica casa automobilistica a mostrare interesse per gli asset digitali. Proprio all’inizio di questo mese, la BMW Korea ha annunciato il lancio di un token basato su blockchain entro la fine del 2020. Grazie al quale gli utenti del programma a premi basato su blockchain saranno in grado di ottenere sconti sui servizi forniti da BMW e dai suoi partner. Non solo la manutenzione del veicolo, ma anche un abbonamento il quale accorderà loro la possibilità di ricevere inviti a prestigiosi eventi culturali promossi dal marchio tedesco.

Anche Renault si affida alla blockchain

Mentre Renault, nel corso del mese di settembre, ha annunciato il lancio del progetto blockchain XCEED (eXtended Compliance End-to-End Distributed), al quale sarà affidato il compito di certificare la conformità di tutti i componenti del veicolo, dalla progettazione alla produzione. Basato sulla tecnologia blockchain “Hyperledger Fabric”, frutto di una collaborazione con IBM, il progetto vede la collaborazione di altre aziende del settore automobilistico, permettendo in tal modo all’azienda di mettere in mostra una maggior efficienza e reattività di risposta di fronte al crescente rigore normativo che ormai regola le varie fasi della produzione.
Lanciato nel 2019, il programma XCEED rappresenta il risultato della collaborazione fra una serie di aziende dell’industria automobilistica (Continental, Saint-Gobain, Faurecia e Plastic Omnium) con l’intento di dare vita ad un nuovo approccio ai processi produttivi. Il progetto è stato avviato all’interno dello stabilimento Renault di Douai, con una serie di test i quali hanno il compito di andarne a verificare le performance. La cui efficacia sembra essere dimostrata dai più di un milione di documenti archiviati e da una velocità di trasferimento pari a 500 transazioni al secondo.

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button