News Crypto e cryptovalute

Una settimana clamorosa per Avalanche

Avax è ora nella top ten della classifica riservata alle criptovalute

E’ stata una settimana clamorosa per Avalanche. Il progetto lanciato nel 2020 ha infatti dato vita ad una crescita superiore al 30% negli ultimi sette giorni, arpionando la decima posizione nella classifica di CoinMarketCap.  Una entrata, quella nella Top Ten delle criptovalute, arrivata in poco più di un anno dal suo lancio e tale da farne l’ennesima Ethereum Killer, almeno nei titoli di molti media. Un’etichetta del resto non del tutto campata per aria, considerato come un report elaborato da analisti di Bank of America e reso pubblico il 10 dicembre ha definito AVAX una valida alternativa alla piattaforma di Ethereum. Secondo molti analisti proprio questo rapporto è stato alla base di un rialzo del 16% per Avalanche.

Avalanche - Una settimana clamorosa per Avalanche

Avalanche: cosa sta accadendo?

Naturalmente la crescita del prezzo di Avalanche non è passata inosservata, spingendo molti a chiedersi i motivi alla base del trend e quanto potrà proseguire.
Oltre allo studio di Bank of America, un altro fattore in tal senso è stato individuato nella recente aggiunta alla blockchain della versione nativa di USDC, la stablecoin ancorata al dollaro emessa da Circle. Un evento arrivato appena due giorni prima dell’annuncio di BitGo, l’azienda che produce wallet, relativo al supporto ad AVAX. BitGo custodisce attualmente coi suoi dispositivi circa 64 miliardi di dollari e l’annuncio è stato dato in pompa magna da Mike Belshe, CEO dell’azienda.
La settimana è poi stata chiusa venerdì con l’annuncio della collaborazione tra Avalanche e la compagnia web3 DeFi Alliance, varata con l’intento di lanciare un programma acceleratore dedicato al gaming. Se il suo impulso è stato minore rispetto ai precedenti, ha comunque fornito ulteriore propellente per l’accelerazione del token, che secondo gli esperti è destinata a proseguire.

Cos’è Avalanche?

Avalanche è stato lanciato nel 2020 da un gruppo di studenti della Cornell University. Si tratta di una piattaforma decentralizzata open source realizzata con un obiettivo ben preciso: fare da base per il lancio di Dapps, ovvero applicazioni per la Finanza Decentralizzata (DeFi).
Tra le sue peculiarità la presenza del protocollo di consenso Snow, cui è affidato il compito di garantire non solo la decentralizzazione e un elevato grado di sicurezza, ma anche il conseguimento di un alto numero di transazioni al secondo e un basso consumo di energia. Un aspetto ormai importantissimo, quest’ultimo, alla luce delle roventi polemiche relative all’impatto ambientale del mining di criptovalute.
Altra peculiarità di Avalanche è la possibilità di creare di asset nella sua blockchain oltre ai token fungibili, i Fixed-Cap Assets, caratterizzati da una circolazione limitata nel tempo.
Per quanto riguarda i processi di governo, il meccanismo di consenso adottato è quello tipico dello staking. Gli utenti sono cioè chiamati a depositare e bloccare i coin per assicurarsi il diritto di potervi partecipare.

Si tratta di un vero pericolo per Ethereum?

La comparsa di AVAX nella Top Ten di settore ha anche spinto molti osservatori a chiedersi se possa costituire un reale pericolo per Ethereum. Al momento non è facile dare risposte esaustive in tal senso. Il progetto è sicuramente valido e completo, ma la concorrenza nell’ambito della finanza decentralizzata è effettivamente molto forte. Nello stesso settore si muovono infatti non solo la creatura di Vitalik Buterin, ma anche giganti come Solana e Cardano.
Avalanche, però, sembra avere tutte le caratteristiche in grado di permettergli di affrontare una sfida tale da far tremare i polsi. Non resta quindi che osservare l’evoluzione del mercato, per capire cosa potrà accadere.

 

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button