News Exchange

Upbit è il primo exchange a registrarsi in Corea del Sud prima della scadenza del 24 settembre

Ora occorre capire se ci riusciranno gli altri

Entro il 24 settembre, gli exchange di criptovalute i quali intendono operare in Corea del Sud devono registrarsi presso la Financial Intelligence Unit. Non facendolo, rischiano la chiusura della loro attività all’interno del Paese.
Un problema di non poco conto, in quanto i requisiti indicati per l’accettazione della loro registrazione includono una serie di norme estremamente stringenti. Che pochi, in effetti, sono in grado di osservare. Tanto che alla fine potrebbero essere non più di due o tre le piattaforme in grado di farlo.
La prima di esse è Upbit, il quale ha già provveduto a regolarizzare la propria posizione allacciando rapporti con la prima k-bank del Paese. Almeno stando alle notizie che sono trapelate nel corso degli ultimi giorni.

Upbit - Upbit è il primo exchange a registrarsi in Corea del Sud prima della scadenza del 24 settembre

Upbit ce l’ha fatta: e gli altri?

In questa vera e propria corsa contro il tempo, il primo vincitore è stato Upbit. L’exchange, il più grande del Paese asiatico, è infatti riuscito ad iscriversi regolarmente. Per farlo ha dovuto aggirare quello che è indicato come il principale ostacolo in tal senso, ovvero la creazione di rapporti con le banche al fine di ottenere conti per la verifica del nome reale.
Un problema con il quale si stanno invece scontrando tutte le altre strutture analoghe. Con la sola eccezione di Bithumb, Coinone e Korbit, che hanno dal canto loro varato accordi con alcune banche e i quali, di conseguenza, potrebbero essere i prossimi a chiedere la registrazione al Financial Intelligence Unit. Mentre Binance ha deciso di limitare la sua presenza a Seoul il 13 agosto, quando ha smesso di offrire coppie di trading e opzioni di pagamento con il won sudcoreano.

Il settore potrebbe essere annientato

Doh Gyu-sang, vicepresidente della FIU, prevede che saranno uno o due gli altri exchange che si registreranno entro la fine di agosto. A riportare il suo parere sono stati i media locali, nella giornata di venerdì. Per tutti gli altri si prevede una vera e propria corsa contro il tempo.
Nella quale, però, proprio la necessità di allacciare rapporti con istituti bancari potrebbe rivelarsi l’ostacolo più arduo da superare. Senza di essi, infatti, diventerebbe impossibile l’emissione di account con nome reale. Unendosi in tal senso alla difficoltà di ottenere la certificazione del sistema di gestione della sicurezza delle informazioni (ISMS). Considerato che manca solo un mese alla scadenza indicata dal Financial Intelligence Unit, i timori di una imminente chiusura degli exchange sudcoreani sta montando in maniera evidente.

Sono circa duecento gli exchange di criptovaluta presenti in Corea del Sud

Per capire meglio la questione, occorre anche ricordare che sono oltre 200 le piattaforme di questo genere operanti in Corea del Sud. Un fenomeno quindi imponente, il quale rischia di schiantarsi contro il nuovo regolamento sugli asset digitali che è stato approvato a Seoul. Tanto da spingere il numero uno della Financial Services Commission, Eun Sung-Soo, ad affermare nel mese di aprile che di fronte alle strettoie imposte dalla revisione dello Special Funds Act (Act on Reporting and Using Specified Financial Transaction Information), esisteva il serio rischio di una vera e propria tabula rasa del settore. La dichiarazione era stata rilasciata nel corso di una riunione del Comitato per gli affari politici dell’Assemblea nazional, destando notevole clamore. Venendo in pratica confermata nelle settimane successive, quando le piattaforme si sono venute a scontrare con la realtà.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button