News Crypto e cryptovalute

Watford, dopo Bitcoin ora tocca a Dogecoin

Nuovo sponsor legato alle criptovalute per gli Hornets

Il Watford, squadra inglese militante in Premier League, la principale lega calcistica del Paese, conferma la sua attitudine all’innovazione finanziaria. Dopo aver recato sulla propria maglia da gioco il logo di Bitcoin, ora il team si appresta ad ospitare sul frontale della stessa l’immagine di un cane Shiba Inu. Lo stesso cui è ispirato il celebre meme coin DOGE.
Lo farà nel corso delle prossime gare, dopo aver esordito in campionato con il logo di Stake.com, un sito di scommesse sportive crittografiche. Il quale è andato a sostituire in tale funzione Sportsbet.io, il quale aveva optato per il logo dell’iconica criptovaluta inventata da Satoshi Nakamoto.

dogecoin - Watford, dopo Bitcoin ora tocca a Dogecoin

Watford, la rivelazione di The Athletic

A rivelare nel dettaglio i termini dell’accordo è stato The Athletic, un sito di notizie sportive che può essere consultato previa sottoscrizione di un abbonamento. Il quale ha affermato che sarà il Dogecoin ad apparire su tutte le magliette da gioco del Watford nel corso della stagione che è iniziata proprio nell’ultimo fine settimana. Nel corso del quale la squadra ha battuto l’Aston Villa con il punteggio di 3-2, avendo sulla divisa il logo di Stake.com in bella evidenza. Per poter godere di questa visibilità, il sito di scommesse sportive verserà nelle casse del club circa 700mila euro, utilizzando all’uopo proprio il denaro digitale. Nel quadro dell’accordo sono poi previste anche iniziative di carattere promozionale. A partire dalla donazione di 10 milioni di DOGE, che al cambio attuale equivarrebbero a quasi 3,4 milioni di dollari.

Dogecoin e lo sport: un rapporto sempre molto intenso

Quello tra Dogecoin e lo sport è un rapporto molto intenso e nato già da lungo tempo. Basterebbe in effetti ricordare la colletta fatta dai suoi sostenitori nel 2014 per poter supportare la spedizione olimpica degli atleti di Bob della Giamaica, in tal senso. O la comparsa del logo del meme coin sulla vettura di John Wise, nel corso di una gara del circuito NASCAR, resa possibile a sua volta dal coordinamento dei Redditors, gli utenti di Reddit.
Con la sua comparsa sulle magliette del Watford, si può però dire che c’è un vero e proprio salto qualitativo. Reso concreto dal fatto che la Premier League è in questo momento il torneo calcistico più famoso e seguito a livello globale. Con centinaia di milioni di appassionati di ogni parte del mondo disposti a seguirne le gare, settimana dopo settimana. Fornendo quindi una cassa di risonanza preziosissima.

A proposito del Watford

Il Watford è stato fondato nel 1881, ma ha dovuto faticare non poco per arrivare ai piani alti del calcio inglese. In particolare è diventato noto negli anni dal 1977 al 1987 per essere stato presieduto da Elton John. Un vero e proprio periodo d’oro nel corso del quale gli Hornets, questo il soprannome con cui sono noti i suoi giocatori, hanno dato vita ad una crescita impressionante. Dopo essere passati dalla quarta alla prima serie, infatti, sono riusciti addirittura ad arrivare secondi in classifica, alle spalle del Liverpool, nel 1982-83. Anno nel quale emerse la stella, fugace, di Luther Blisset, attaccante poi transitato nel Milan prima di dare vita ad un rapido declino.
Dal 2012 il club appartiene alla famiglia Pozzo, la stessa che detiene da lungo tempo l’Udinese. Assomigliando ad una sorta di ascensore, perennemente in bilico tra Premier League e Champioship, la seconda divisione del calcio inglese.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button