News Crypto e cryptovalute

Yearn.Finance: è nata una stella?

La crescita del token nelle ultime ore è stata impressionante

Nelle ultime ore il mercato delle criptovalute ha messo in evidenza soprattutto Yearn.Finance, un nuovo progetto di DeFi il quale sembra già entrato nel cuore di molti investitori, nonostante il suo lancio sia avvenuto da poco.
Basti pensare che nell’arco di 24 ore il token ha messo a segno una crescita nell’ordine del 30%, la quale gli ha consentito di installarsi al 65° posto della classifica di capitalizzazione di CoinMarketCap.

Yearn.Finance - Yearn.Finance: è nata una stella?

Un esordio con il botto

Del resto, Yearn.Finance non è nuovo a questi exploit. Basti pensare che il token era partito dai 31 dollari del 18 luglio per posizionarsi a quota 2374 nel giro di pochi giorni. Incredibili anche i dati relativi ai volumi giornalieri di scambi, attestati sin dall’inizio intorno ai 55 milioni di dollari.
Il tutto nonostante una presentazione al minimo anticonvenzionale di Yearn.Finance da parte del suo team di sviluppo: “Nel tentativo di rinunciare a questo controllo (soprattutto perché siamo pigri e non vogliamo farlo), abbiamo rilasciato YFI, un token completamente privo di valore con fornitura 0. Ripetiamo, ha un valore finanziario pari a 0. Non c’è un pre-mine, non c’è una vendita, non si può comprare, non sarà su Uniswap, non ci sarà un’asta. Non ne abbiamo nessuno”.
Una presentazione molto originale, forse troppo. Tanto da rendere necessario porsi una domanda ben precisa: cos’è esattamente Yearn.Finance?

Post simili

Come funziona Yearn.Finance

Yean.Finance, come abbiamo visto, non può essere acquistato, ma soltanto guadagnato. Per poterne guadagnare, è necessario fornire liquidità ad una delle piattaforme del protocollo. In questo novero troviamo:

  1. Yearn.finance, sistema delegato a cambiare in automatico al fine di ottimizzare lo yield del lending, già attivo dal canto suo;
  2. Ytrade.finance, piattaforma la quale consente di utilizzare la leva finanziaria con le stablecoin, attualmente in fase di prova;
  3. Yliquidate.finance, zero capital automated liquidation per Aave, anch’esso in fase di test;
  4. Yswap.exchange, un single sided AMM (acronimo di Automated Market Maker), il quale è invece già in attività;
  5. Ileverage.finance, Leveraged DAI / USDC vault shorts, il quale è però fuori uso in questo momento;
  6. Iborrow.finance, un Credit delegation vaults for smart contract to smart contract lending in fase di prova.

DeFi, una nuova gallina dalle uova d’oro?

Yearn.Finance va ad inserirsi in un filone, quello della finanza decentralizzata, il quale sembra prospettare una straordinaria crescita nell’immediato futuro.
Sono in effetti sempre di più le applicazioni che offrono servizi su blockchain, in particolare l’erogazione di prestiti rivolti ad una pluralità di soggetti in base alla propensione al rischio. Si tratta di un meccanismo molto simile al social lending, regolato per mezzo di smart contracts. Un modus operandi il quale consente di evitare le truffe e ottimizzare i costi, eliminando la necessità di intermediari.
Il problema del settore, consiste proprio in una crescita che prosegue a ritmi serrati. Tanto da far temere una nuova bolla, simile a quella che nel 2018 travolse il settore delle criptovalute. Basta in effetti vedere l’accoglienza riservata a progetti analoghi a Yearn.Finance, subito premiati con grande generosità dai mercati, per capire i timori che si stanno addensando su questo genere di token e sulla finanza decentralizzata. Non resta quindi che attendere l’evoluzione dei mercati, per capire se tali timori siano fondati o meno.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button