News Crypto e cryptovalute

Yuan digitale, la preoccupazione inizia a crescere negli Stati Uniti

Bloomberg riferisce sui timori montanti nelle varie agenzie di governo

Mentre lo yuan digitale prosegue la sua marcia a tappe forzate verso il debutto sui mercati, previsto entro la fine dell’anno, negli Stati Uniti sembra iniziare a affiorare la consapevolezza della sua importanza. E, in particolare, la preoccupazione per il ruolo che la CBDC di Pechino potrebbe consegnare al gigante asiatico. Tanto da spingere più di un osservatore a preconizzare un vero e proprio attacco al potere imperiale del dollaro, su cui si fonda la leadership globale degli Stati Uniti.

yuan digitale - Yuan digitale, la preoccupazione inizia a crescere negli Stati Uniti

Anche Joe Biden inizia ad essere preoccupato

Se il suo predecessore, Donald Trump, aveva a lungo sottovalutato l’importanza dello yuan digitale, continuando a mettere l’accento sul dollaro, Joe Biden non sembra condividere tale impostazione. Come dimostrano le ultime voci relative alla preoccupazione che inizia a serpeggiare nella nuova amministrazione.
Ad affermare questo vero e proprio cambio di paradigma è stato Bloomberg, in un rapporto pubblicato nella giornata di domenica. All’interno del quale si afferma come i funzionari di più dipartimenti governativi stiano via via aumentando i propri sforzi al fine di riuscire a comprendere al meglio le possibili minacce insite dall’iniziativa della Cina.

Yuan digitale: cosa sta accadendo a Washington?

Bloomberg cita fonti anonime, quindi da prendere con molta cautela. Secondo le quali, però, i funzionari del Tesoro degli Stati Uniti, del Dipartimento di Stato, del Pentagono e del Consiglio di sicurezza nazionale non sarebbero eccessivamente turbati dall’impatto a breve termine che lo yuan digitale potrebbe avere sul dollaro. I pericoli, però, sarebbero del tutto evidenti se la prospettiva assunta è quella di lungo termine.
Una preoccupazione la quale, del resto, è la stessa evidenziata da alcuni studi sulla criptovaluta di Stato cinese formulati da entità private. A partire da Goldman Sachs, i cui analisti si sono spinti a prevedere un miliardo di utenti per lo yuan digitale entro il 2030.

Il parere di Henry Paulson su Foreign Affairs

Le preoccupazioni di cui parla Bloomberg, sembrano essere le stesse di Henry Paulson, ex segretario al Tesoro degli Stati Uniti, il quale le aveva espresse meno di un anno fa in un articolo pubblicato su Foreign Affairs.
Nel quale Paulson aveva affermato che al momento lo yuan digitale non sembra in grado di sostituire il dollaro. Anche secondo lui, però, il quadro muterebbe in maniera sostanziale nel caso in cui si adotti una prospettiva più ampia. Tanto da spingerlo a chiedere al governo statunitense un approccio più favorevole nei confronti dello spazio crittografico.

La sfida della Cina è sull’innovazione finanziaria

Proprio Paulson sembra in effetti aver colto la sostanza di quanto sta accadendo. La Cina, infatti, ha messo in cantiere la sua CBDC nell’ambito di un piano di ampio respiro. All’interno del quale è previsto un ruolo di spicco per l’intero comparto dell’innovazione finanziaria.
Proprio per questo il governo di Pechino sta intensificando gli sforzi per aiutare tutti coloro che all’interno dei suoi confini statali si adoperano nel settore della blockchain. Tanto che la Cina vanta un primato globale sui brevetti relativi alla tecnologia dei registri distribuiti. Segno evidente che il gigante asiatico intende diventare leader in un settore ormai considerato quello più promettente in assoluto per i prossimi anni.
Un disegno il quale potrebbe essere favorito proprio dalle difficoltà frapposte dal governo statunitense alle aziende operanti nel Paese. Come dimostrano le recenti mosse della Securities and Exchange Commission (SEC) contro Ripple Labs e LBRY.

Comprare Criptovalute? Exchange Binance Binance

Dario Marchetti

Sono laureato in Lettere e Filosofia alla Sapienza di Roma, con una tesi sul confine orientale d'Italia alla fine della Prima Guerra Mondiale. Ho collaborato con svariati siti su molte tematiche e guidato il gruppo di lavoro che ha pubblicato il CD-Rom ufficiale della S.S. Lazio "Storia di un amore" e "Storia fotografica della Magica Roma".

Post simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button